Inter: cessioni di gennaio in ottica fair play, ma a giugno mercato da sogno

L’Inter deve sfoltire la rosa in ottica fair play finanziario, ma a giugno è previsto un mercato da sogno

Il mercato di riparazione dell’Inter ha fatto registrare già il colpo Roberto Gagliardini in entrata e le cessioni di Felipe Melo e Stevan Jovetic in uscita. Nonostante questo la società nerazzurra non sembra volersi accontentare e starebbe studiando altre soluzioni in entrata e in uscita con un occhio di riguardo al fair play finanziario. La società vorrebbe infatti regalare a Stefano Pioli un altro paio di pedine in questa sessione di mercato, rinviando i fuochi d’artificio a giugno, quando saranno allentate le restrizioni dell’Uefa. Per il presente, Piero Ausilio sta cercando di arrivare al terzino del Wolfsburg Ricardo Rodriguez, senza dover attendere giugno, ma per chiudere l’operazione è necessario cedere almeno altri due giocatori.

Mercato di gennaio all’insegna delle cessioni ma occhio ai colpi futuri

L’Inter continua a monitorare il duo del Wolfsburg Ricardo Rodriguez e Luiz Gustavo, ma per chiudere è necessario cedere alcuni esuberi in rosa. Dopo le cessioni di Felipe Melo al Palmeiras e di Stevan Jovetic al Siviglia, i prossimi sull’elenco dei partenti sono Yao, Gnoukouri, Santon, Ranocchia, Palacio e Nagatomo. A questa lista potrebbe aggiungersi anche Kondogbia, qualora venisse utilizzato come pedina di scambio con il Wolfsburg per arrivare a Rodriguez e Luiz Gustavo. Un mercato quindi di attesa e occasioni quello che l’Inter dovrà saper gestire in questo mese. A giugno però la musica sarà ben diversa e senza le restrizioni dell’Uefa, la società potrà pensare in grande facendo sognare i propri tifosi. E come non sognare grazie a nomi del calibro di Manolas e Marquinhos per la difesa, Marco Verratti per il centrocampo, James Rodriguez, Federico Bernardeschi e Alexis Sanchez per l’attacco.

Loading...