Calciomercato Inter – Gioie e dolori dei colpi in mediana a gennaio

Quanti flop nella finestra invernale di mercato per i nerazzurri

Il mercato di Gennaio è da sempre definito “mercato di riparazione”. Infatti, molte squadre, cercano di sopperire alle mancanze tecniche dell’organico cercando giocatori, soprattutto a prezzi accessibili proprio per una riparazione.
L’Inter, a questo proposito, punta in modo particolare a rinforzare la posizione di centrocampo, ultimamente debole sulle coperture e, a Gennaio, sono spesso arrivati numerosi nomi che hanno contribuito alla sua sistemazione ma anche al peggioramento.

Tra gli acquisti che sembrava potessero portare ad una risoluzione ma che si sono rivelati deludenti possiamo fare i nomi di Kuzmanovic, Hernanes, Shaqiri e Schelotto.
Sono tutti arrivati all’Inter tra il 2013 e il 2015 con alle spalle più o meno grandi aspettative da parte della società.
Hernanes e Shaqiri, in particolare, erano i più promettenti. Il primo, arrivava da 5 stagioni molto positive con la Lazio, squadra a cui era molto legato. Il secondo è un calciatore tecnicamente molto forte, che dal 2012 al 2015 era sceso sui campi della Bundesliga con il Bayern Monaco ma che all’Inter non ha ricevuto le attenzioni, gli spazi che sperava e in quelle poche presenze non ha reso al centro per cento.

Gioie di gennaio, spiccano in due

Uno dei pro più recenti e positivi è Brozovic, nome molto caldo per la squadra nerazzurra. Nell’ultimo anno si è rivelato giocatore fondamentale per l’Inter, in grado di garantire una buona copertura e la creazione di azioni importanti per le punte.
Uno sguardo al passato e non può che essere evidenziato il nome di Dejan Stankovic, uno degli eroi del Triplete. Come Hernanes, è arrivato dalla Lazio e correva l’anno 2004. Ha accompagnato la squadra fino al 2013, con cui ha annunciato il ritiro. Nel corso delle stagioni ha mostrato di essere un giocatore estremamente duttile, in grado di coprire tutti i ruoli del centrocampo e di garantire copertura, recuperando palloni e, infine, possedeva anche un’estrema precisione e potenza di tiro.

Prendendo in esame questa sessione di calciomercato invernale, in paragone con Stankovic, vediamo l’arrivo di Gagliardini. Così come il serbo, arriva dopo essere stato molto vicino alla cessione alla Juventus e ha alle spalle ottime stagioni con la precedente squadra in cui è stato possibile analizzarne il talento. Anche Gagliardini può giocare con la difesa a tre, così come con la difesa a quattro, mediano o interno, ma per le esigenze dell’Inter sarà più probabile vederlo come mediano.

Con la nuova squadra guidata da Pioli e con la forte potenza economica cinese, che ha preso in mano le redini dei nerazzurri, si inizia comunque a vedere una buona sessione di mercato invernale che si spera porterà nuovi talenti in grado di contribuire a riportare l’Inter nella parte più alta della classifica e nelle grandi competizioni.

Giulia Bui

Loading...